ZIGOMATICA

Implantologia zigomatica, solo per casi particolari?

  • 0/5
  • 0 ratings
0 ratingsX
Very bad! Bad Hmmm Oke Good!
0% 0% 0% 0% 0%

Sperimentata per la prima volta una ventina di anni fa, l’IMPLANTOLOGIA zigomatica si è dimostrata efficace per affrontare i problemi derivanti dal recesso dell’osso mascellare. In questo osso, che insieme ad altri compone il cranio, sono inseriti i denti dell’arcata superiore.

Per un trauma, per età avanzata, per familiarità o per patologie sottostanti, l’osso può essere talmente ridotto da non riuscire a sostenere né i denti naturali né le protesi tradizionali o gli impianti dentali a vite. Di fronte a una tale carenza d’osso e alla conseguente mancanza della dentatura, la qualità della vita è fortemente minata. Se è il tuo caso potresti risolvere il problema con un impianto zigomatico.

 

 

Tecnica operatoria

L’impianto zigomatico permette di recuperare entro pochi giorni una perfetta funzionalità masticatoria e una dentatura bella e naturale, che ti consentirà di riacquistare la sicurezza perduta. L’IMPLANTOLOGIA zigomatica viene proposta quando altri tipi di intervento non sono attuabili o sono già stati sperimentati senza successo.

L’intervento prevede l’innesto nell’osso mascellare di 4 o più viti in titanio. La loro lunghezza compresa tra i 2 e i 5 cm permette di collegarle a una arcata dentale funzionante e capace di restituire al paziente un’eccellente qualità di vita. Gli impianti zigomatici sono una validissima soluzione alternativa all’innesto d’osso, tecnica che comporta il prelievo di tessuto da altre aree corporee, maggiore invasività e lunghi mesi di attesa prima di poter avere la certezza della riuscita dell’intervento.

 

 

Possibili complicanze

Come tutti gli interventi chirugici anche gli impianti zigomatici possono portare con sé qualche complicanza. La tecnica, eseguita da anni, è decisamente sperimentata e sicura e raramente può portare con sé qualche problema. Il più comune è sicuramente la sinusite mentre, con minore facilità, possono prodursi difficoltà di osteointegrazione.

In ogni caso si tratta sempre di complicanze che vengono affrontate e risolte senza che sia necessario rinunciare all’impianto. Grazie a questa raffinata tecnica, con un successo del 98% a 12 anni, puoi recuperare un sorriso solido e accattivante.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie . Il non consenso porta al non corretto funzionamento di questo sito web. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi